Immagine del film
Aprile 2018 - Teatro Ariston Sanremo

ARRIVA “SANREMO MUSICAL”, IL PRIMO MUSICAL SUL FESTIVAL DELLA CANZONE PRODOTTO DAL TEATRO ARISTON. Il debutto al Teatro Nuovo di Milano dal 18 al 27 maggio con l’ambizione di una tournée nazionale e internazionale. GUARDA IL VIDEO DELLA PRESENTAZIONE ALLA STAMPA

Dal 18 al 27 Maggio 2018 debutta a Milano, al Teatro Nuovo di Piazza San Babila, “Sanremo Musical”, il primo musical sulla storia di uno dei festival più famosi al mondo: il Festival di Sanremo che ripercorre i più grandi successi della musica italiana: da “Papaveri e papere”, passando per “Almeno tu nell’universo”, fino a giungere ai giorni nostri con “Non mi avete fatto niente”.

“Sanremo Musical” è stato presentato nella sala “Biribissi” del Casinò di Sanremo alla presenza del Sindaco di Sanremo Alberto Biancheri, del direttore generale della casa da gioco matuziana Giancarlo Prestinoni, del proprietario del Teatro Ariston Walter Vacchino, produttore e tra gli ideatori del musical, e di alcuni degli altri artefici dello spettacolo: l’autrice e regista Isabella Biffi, il produttore esecutivo Matteo Rotondo e l’autore Salvatore De Pasquale, in arte DEPSA.


LA TRAMA – “Sanremo Musical” non è solo un omaggio alle più belle canzoni che hanno partecipato alla manifestazione dal 1951, anno della sua nascita, ad oggi, ma ripercorre anche la storia e le evoluzioni del costume italiano negli ultimi settant’anni, attraverso il racconto dei sogni, delle incertezze, delle paure di otto giovani artisti che amano il Festival, perché è stato la colonna sonora dei loro genitori e dei loro nonni, e forse un giorno li vedrà protagonisti su quello stesso palco dove si sono esibiti i più grandi interpreti della musica italiana e internazionale.

Gli otto giovani aspiranti cantanti e attori, quattro uomini e quattro donne, provenienti da varie parti d’ Italia, si ritrovano al teatro Ariston di Sanremo per sostenere un provino per entrare a far parte del cast di un musical sul Festival della canzone italiana. Li accomuna il grande amore per il Festival di Sanremo e il suo passato, di cui sono informatissimi, e il forte desiderio di diventare, un giorno, dei veri protagonisti dello spettacolo.

I giovani artisti, in un’atmosfera surreale, si ritrovano apparentemente soli in teatro e diventa naturale confrontarsi, per ripercorrere, singolarmente e insieme, la storia musicale della manifestazione . In realtà sono controllati, studiati e giudicati, in una sorta di “grande fratello “ , da due personaggi, gli stessi che hanno ideato e fortemente voluto il Festival di Sanremo a partire dalla prima edizione.

Alla fine, il loro sogno si avvera: saranno scelti quali protagonisti del musical. Il finale sarà il loro inizio artistico.

 

L’IDEA – L’idea del musical nasce dall’incontro tra professionisti dello spettacolo italiano: Walter Vacchino, proprietario del Teatro Ariston – Isabella Biffi, cantautrice e regista di musical – Matteo Rotondo, produttore esecutivo di numerosi e prestigiosi eventi radiofonici. Le musiche originali sono di Silvio Melloni, Gino Zandonà, Osvaldo Pizzoli e Isabella Biffi.

La produzione è affidata a SANREMOMUSICAL, quindi una produzione tutta italiana che coinvolge direttamente chi la storia del Festival l’ha vissuta in prima persona. Primo obiettivo della Regia e della Produzione era realizzare qualcosa di unico nel suo genere. Qualcosa che potesse arrivare al cuore della gente comune in modo diretto, rispecchiando esattamente l’immediatezza emozionale ed il metodo artistico del Festival originale. E il musical, attraverso l’intreccio tra le più belle canzoni e aneddoti sulla storia del Festival, le immagini dell’Italia che cambia e le storie degli otto ragazzi, protagonisti dello spettacolo, oltre a proiezioni, fotografie e video storici, colori e costumi, trasporterà lo spettatore in un viaggio splendido tra gli anni più belli dell’Italia che evolve e si trasforma, sino ad arrivare ai giorni nostri.

 

Da un sogno a un progetto artistico,” ha dichiarato Walter Vacchino, proprietario del Teatro Ariston di Sanremo e CEO di Sanremo Musical S.r.l.. “Una nuova avventura. Il nome di Sanremo è un nome magico che evoca emozioni e sogni. Il motivo per cui abbiamo realizzato questo nuovo sogno è far sì che la musica italiana e del Festival fossero protagoniste di un nuovo spettacolo. L’importanza di questo lavoro è dato dalle note e dalle canzoni, che accompagnano le storie di tutti noi. Mi piace sottolineare la presenza di un cast di ragazzi con tante professionalità, tra cui Eleonora Pieri reduce da Sanremo Young. L’idea di “Sanremo Musical” nasce tre anni fa, nei camerini del Festival. Il maestro Bruno Santori mi presentò Isabella biffi e Matteo Rotondo, per un altro musical, “Siddharta.”Ci conoscemmo, iniziammo a collaborare e alla fine insieme al maestro Bruno Santori ci domandammo: “Perché non facciamo un musical sul festival della canzone?” In questo spettacolo c’è la storia del Festival, dell’Italia, ed è uno show aperto a tutte le generazioni, grazie alla forza incredibile del Festival di Sanremo che coinvolge in maniera del tutto naturale persone giovani e meno giovani. La prima viene volutamente fatta a Milano in territorio neutro, con l’ambizione di testare lo show nella patria del musical e con l’ambizione di essere chiamati a proporre lo show in tutto il mondo grazie al brand Sanremo.

 

I giovani componenti del cast sono: Elisa Cunselmo, Giovanni De Filippi, Marco Gabrielli, Paolo Gatti, Alice Grasso, Gustavo La Volpe, Roberto Lai, Simone Lazzari, Rosy Messina, Federico Milan, Michelangelo Nari, Rossella Petruzziello, Eleonora Pieri, Fabiola Poretti, Bruna Saltini e Alberto Del Prete.

L’appuntamento con la “prima” è per il 18 maggio al Teatro Nuovo di Milano, in piazza San Babila. “Sanremo Musical” sarà in cartellone a Milano fino al 27 maggio.  Ma questo sarà solo un battesimo per uno show già richiesto in altre piazze d’Italia e soprattutto a livello internazionale, con forti manifestazioni di interesse giunte alla produzione da Russia, Kazakistan, Sudamerica e Australia.

 

image_pdfimage_print

MARIO BIONDI TOUR 2018 – APERTE LE PREVENDITE

Sono aperte le prevendite per il concerto di Mario Biondi in programma sabato 8 dicembre 2018 alle ore 21.15 al Teatro Ariston.

info e prenotazioni tel. 0184 506060 – acquisto on line www.aristonsanremo.com – www.ticketone.it

prezzi di ingresso

platea € 55+5 prev. – €50+5 prev. – €45+5 prev
galleria €40+4 prev. – €35+4 prev. – €28+4 prev

image_pdfimage_print

concerto “I tre tenori omaggio a Luciano Pavarotti” – lunedi 23 aprile ore 16.00 Teatro Centrale

Lunedi 23 aprile alle ore 16.00 appuntamento al Teatro Centrale con la lirica.

 

L’Associazione Ritorno all’Opera presenta “I Tre Tenori” un concerto con le arie e le canzoni più celebri.

Sul palco si esibiranno Manuel Borroi, Alessandro Fantoni e Francesco Tuppo accompagnati al pianoforte dal Maestro Andrea Albertini

“Penso che una vita consacrata alla musica sia una vita consacrata alla bellezza, ed questo è esattamente ciò che ho fatto…. ho consacrato la mia vita alla BELLEZZA”

In semplici ma significative parole pronunciate da Luciano Pavarotti poco prima di morire, sta l’anima di questo concerto Sono ormai 10 anni che ci ha lasciati, ma ancora vivo è il ricordo della sua inimitabile voce, della sua simpatia, della sua contagiosa, irrefrenabile allegria. Questo sarà allora un viaggio musicale attraverso la “sua” musica, dagli esordi prettamente operistici, alle esperienze della musica da camera fino agli ultimi esperimenti musicalmente cross-over che lo hanno avvicinato al mondo della canzone leggera grazie al famoso “Pavarotti and friends”. Assisteremo ad una vera e propria Hit Parade delle immortali melodie scritte per la chiave vocale del tenore che da sempre affascina compositori e pubblico. Certamente alla voce del tenore sono da sempre affidati i momenti, gli stati d’animo, le situazione più coinvolgenti della storia operistica italiana e non solo. Il personaggio del tenore è l’eroe amoroso, è il paladino dei buoni principi morali, dei valori di patria, il conquistatore di donne… .Ecco perché spesso a lui sono dedicate le pagine musicali più trascinanti. Proprio questo andremo a rivivere, attraverso le melodie che sono state cavallo di battaglia dell’indimenticato BIG LUCIANO, voce davvero unica, forse il più grande di tutti i tempi. Proprio lui aveva dato inizio, un po’ di anni or sono alle Terme di Caracalla davanti a migliaia di appassionati, alla tradizione di eseguire questa tipologia di concerti, insieme agli amici Placido Domingio e Josè Carreras, concerto che dimostrò anche ai maligni che a certi livelli la rivalità non esiste, ma esiste l’unico scopo di diffondere la buona musica, di renderla fruibile a tutti, anche ai non addetti ai lavori.

 

Programma del concerto:

–  UNA FURTIVA LACRIMA (da “Elisir d’amore” di G. Donizetti )leggero
–  E’ LA SOLITA STORIA DEL PASTORE (Arlesiana di  Cilea) lirico
– E LUCEVAN LE STELLE (da “Tosca” di G. Puccini) drammatico
– CZARDA (di V. Monti) strumentale
– LA DONNA E’ MOBILE (da “Rigoletto” di G. Verdi)   a 3
– NESSUN DORMA (da “Turandot” di G. Puccini)   a 3
– LA VITA E’ BELLA (N. Piovani) strumentale
– L’IDEALE (di F. P. Tosti)    leggero
– MUSICA PROIBITA (di S. Gastaldon) lirico
– LA MATTINATA (di R. Leoncavallo)    drammatico
– NON TI SCORDAR DI ME (di E. De Curtis) a 3
– OMAGGIO A RONDO’ VENEZIANO (G.P. Reverberi) strumentale
–  CANZONE ITALIANA a scelta    leggero
–  PARLAMI D’AMORE MARIU’     lirico
– GRANADA (A. Lara)    drammatico
– FANTASIA NAPOLETANA (autori vari) a 3

 

Info e prenotazioni 0184 597822 tutti i giorni dalle 16.00 alle 21.00 il giorno dello spettacolo dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.30 in poi.

Prezzi di ingresso: platea €  18,00 + 2,00 prev. Galleria € 13,00+2,00 prev. € 9,00+1,00 prev.

 

ALESSANDRO FANTONI  tenore
Il tenore Alessandro Fantoni è nato a Genova e ha studiato canto nella sua città natale e poi a Parma. Prende anche lezioni da Roberto Servile, al cui fianco ha fatto il suo debutto come Gabriele Adorno in Simon Boccanegra e Ismaele in Nabucco a Piacenza.
E ‘stato vincitore e finalista di numerosi concorsi come il Concorso Internazionale Ruggero Leoncavallo (3 ° Premio, 2010), il Concorso Toti dal Monte (Premio speciale Pinkerton a Madama Butterfly , 2011) e la Una voce per l’Arena ” nel giugno 2014, dove ha ottenuto come bonus un impegno nell’arena per la stagione 2015.
Nella stagione 2013/14, Alessandro Fantoni è stato membro dell’IOS di Zurigo, dove si è esibito in La Bohème (copertina per Rodolfo) con Nello Santi e Philippe Sireuil, Fidelio (primo prigioniero) con Fabio Luisi e Andreas Homoki e Andrea Chenier (unbelibile ) cantò sotto Nello Santi e Grischa Asagaroff.
Si è esibito all’Opera Nazionale danese di Aarhus, all’Arena di Verona, al Teatro San Carlo di Napoli, al Teatro Fraschini di Pavia, al Teatro Comunale di Piacenza e ad Ascoli Piceno in ruoli di spicco come Nemorino in L’Elisir d’Amore , Rinuccio in Gianni Schicchi , Manrico presso Il trovatore , Rodolfo presso La Bohème , Cavaradossi presso Tosca , Alfredo presso La Traviata , Ismaele presso Nabucco , Duca presso Rigoletto , Don Ottavio presso Don Giovanni e ruoli secondari come Arlecchino presso Pagliacci , Arvino presso I Lombardi alla Prima crociata , Edmondo in Manon Lescaut , unbelibile in Andrea Chénier .
Nella stagione 2016/17 Alessandro Fantoni ha vinto il “Puccini d’argento” al Festival di Torre del Lago e ha debuttato nell’estate del 2017, il ruolo di Ruggero in La Rondine. Un altro ruolo di Puccini ha debuttato al Teatro Petruzzelli di Bari, Des Grieux a Manon Lescaut (spettacoli per le scuole).
Ha anche debuttato nel 2017 al Teatro Regio di Parma nell’opera contemporanea di Marco Tutino Il Gatto e la volpe .
Nella stagione 2017/18 canta il Prunier a La Rondine al Teatro Carlo Felice di Genova e Alfredo a La Traviata all’Opera di Stato Banská Bystrica e all’Opera Nazionale di Vilnius.
Al Teatro Carlo Felice di Genova ha debuttato nella stagione 2012/13 nella moderna opera Oz on the road di B. Coli. Da allora canta regolarmente a casa, tra gli altri a Lucia di Lammermoor , Billy Budd , diretto da Davide Livermore, Amico Fritz , Don Giovanni (copertina di Don Ottavio), Roberto Devereaux e Salome con Fabio Luisi.
Sul palco del concerto si esibisce nella IX Sinfonia di Beethoven a Tokyo con M. Natsuda, nella Petite Messe Solennelle di Rossini a Marsiglia, nella Messa da Gloria di Puccini nella Cattedrale di Thun in Svizzera e al Teatro Sociale di Rovigo per il concerto in Memoria di Beneamino Gigli e in concerti commemorativi per Luciano Pavarotti a Modena e Zurigo.
Ha collaborato anche con l’Accademia Chigiana, la Società Arturo Toscanini di Parma e il Cantiere Lirico del Teatro Goldoni di Livorno

ALESSANDRO ALBERTINI AL PIANOFORTE

Nato nel 1966, il Maestro Albertini si è diplomato in pianoforte presso il conservatorio “N. Paganini” di Genova con il maestro Danilo Macchioni. Ha ultimato i corsi direzione d’orchestra presso l’Accademia Musicale Pescarese con il maestro Antonio Cericola e con il maestro Paolo Ferrara presso il Conservatorio di Alessandria e nell’ambito del festival Barbaresco Musica.Ha collaborato con la scuola di perfezionamento vocale e scenico del Mezzosoprano Franca Mattiucci, con la quale ha già partecipato alla realizzazione di diverse opere liriche e concerti anche con importanti solisti (P. Cappuccilli, R. Lantieri, F. Mattiucci, K. Johanson, M. Alvarez, K. Ricciarelli, G. Zancanaro, P. Ballo…) e per prestigiose sedi in Italia e all’estero (Teatro dell’Arte di Milano, Società del quartetto di Milano, Duomo di Milano, Sala Grande del Conservatorio di Lussemburgo, Festival verdiano di Vigevano, Premio Violetta di Parma, Teatri civici di San Marino, Ferrara, Pavia, Tortona, Soresina, Boario Terme, Circolo Donizetti di Bergamo).

Da ricordare la direzione della “Passione di Cristo” in cattedrale ad Imperia nel decimo festival internazionale di musica sacra ripreso da Rai 3 e il “Requiem op. 48” di G. Faurè nella tredicesima edizione di “Perosiana” trasmessa da Radio Vaticana ed utilizzato da Rete 4 per le celebrazioni pasquali 2008. Per l’edizione 2008 di Perosiana, ha riscoperto, pubblicato e registrato la Messa da Requiem” di L. Perosi nella versione orchestrale inedita, mai eseguita dopo la morte del compositore. L’evento è stato eseguito in Basilica dei Frari a Venezia, organizzato dall’istituto musicale superiore “Fondazione Ugo e Olga Levi” con il sostegno della Procuratoria di San Marco ed inserito nel calendario 2008 del Teatro La Fenice (concerto fuori sede). Nel 2011 fonda l’orchestra di violoncelli DODECACELLOS, con la quale incide il cd MUSICA E CINEMA, e collabora con artisti come Giuseppe Pambieri, Paola Gassamn, Ugo Pagliai, Sabrina Brazzo (prima ballerina del Teatro alla Scala)  Nel 2012 fonda l’Ensemble LE MUSE con il quale inaugura nel luglio scorso con un concerto ,alla presenza delle principali autorità governative europee, il semestre di presidenza italiana all’Unione Europea .

 

Manuel Borroi, nasce all’Ospedale di Genova l’11 marzo 1996  da genitori residenti a Imperia. In questa città, cresce e frequenta la scuola media, dove la sua voce squillante e argentina viene presto notata dall’insegnante di musica che decide subito di farlo cantare alla recita di fine anno scolastico.
Già inconsapevolmente dotato di una voce tenorile, la scopre per la prima volta quando commosso dalla scomparsa di Luciano Pavarotti, davanti alla televisione intona commosso un’Avemaria all’unisono col grande tenore, pensando anche al padre perduto da bambino. A soli undici anni, è già considerato a Imperia un “enfant prodige”, e  tutti lo vogliono per eventi nei locali che fanno anche musica, ma poco dopo anche in vari spettacoli, tra cui uno al Teatro Cavour, e poi all’Hotel de Paris di Sanremo e al Country club di Montecarlo.
La voce straordinaria unita ad una presenza fisica da modello, gli procura subito numerosi fans tra giovani e meno giovani. Nel 2015, all’Antoniano di Bologna, il cantante dei Pooh Dodi  Battaglia lo presenta in palcoscenico come un fenomeno vocale, e gli fa cantare” Nessun dorma” per la prima volta provocando una standing ovation. Senza essere stato mai da un maestro, questo ragazzo possiede già un registro tenorile completo e una linea di canto per cui gli altri devono studiare tantissimi anni. Fa concerti  in stile pop-lirico (cross over) nei teatri di Perugia, Ravenna, Roma (Auditorium). Si reca quando può dalla cantante  Francesca Bertini che  generosamente lo aiuta con buoni consigli e ospitalità , ma abita a Perugia, e Manuel già da anni lavora per sostenere la famiglia e non può dedicarsi in pieno alla sua preparazione tecnica e musicale. Poi  nel 2017 avviene il  punto di svolta. Il concittadino ed artista internazionale Alfredo Zanazzo  lo sente per la prima volta e profondamente colpito dal suo talento decide di occuparsi di lui per completare la sua preparazione e il suo futuro inserimento nel mondo dello spettacolo. Zanazzo fa sentire la sua voce registrata ad Andrea Bocelli, di cui da anni è  grande amico e consulente tecnico vocale, e la star toscana rimane fortemente impressionata per come un autoditatta a soli 21 anni, possa già interpretare un’aria d’opera con una maturità  da cantante in carriera. Definisce la voce di Manuel “incredibilmente doviziosa” e incoraggia Zanazzo a prepararlo con grande cura “perché ne vale veramente la pena” prima di presentarlo alla Fondazione Pavarotti e a una grande agenzia. Il 23 Aprile 2018, Manuel canterà come giovane rivelazione in un Concerto dedicato ai TRE TENORI, al Teatro Centrale di Sanremo.

Francesco Tuppo
Nato a Napoli il 10/02/1986, comincia a studiare canto all’età di 18 anni con il M° Luigi Giordano Orsini ed immediatamente inizia una brillante carriera concertistica. Dopo un solo anno di studio viene infatti scritturato come solista nel coro polifonico “Nova Vita” di Pozzuoli dove rimane per i tre anni successivi.
Da lì in poi collabora con alcuni tra le più importanti istituzioni concertistiche sia in veste di solista che di corista (Accademia Enrico Caruso di Napoli, Teatro San Carlo di Napoli, Teatro Tasso di Sorrento etc.).
Nel 2005 esegue, sempre come solista, il “Requiem” Op. KV 626 di W.A.Mozart, presso la Chiesa San Giovanni a Carbonara di Napoli con il coro e l’orchestra dell’Accademia Enrico Caruso.
Dal 2006 al 2010 collabora come cantante solista con il Fauno Notte Club di Sorrento nella rappresentazione dello spettacolo folcloristico Tarantella Show dedicato alla canzone classica napoletana.
Nel 2012 con la “Compagnia Lirica di Milano” debutta nelle vesti di “Nemorino” nell’Opera “Elisir d’Amore” di G. Donizetti presso il “Monastero Bormida” a Bistagno, replicata successivamente a“Villa Santa Chiara” a Como, ad Alessandria e in altre città lombarde.
Dal 2011 al 2013 con la Compagnia Italiana di Operetta intraprende una tournèe che tocca tutti i più prestigioni teatri italiani di Prosa e Lirica interpretando diversi ruoli da protagonista quali: Vedova Allegra, Principessa della Czarda, Cin-Ci-Là, Duchessa del Bal Tabarin, Scugnizza etc.
Nel 2014 entra a far parte della compagnia operettistica del teatro Al Massimo di Palermo nelle vesti di Camille de Rossillon nell’operetta “ La Vedova Allegra” di Franz Lehar.
Dal 2014 collabora con l’Associazione As.Li.Co. di Como come corista nelle produzioni di Don Giovanni e di Les contes d’Hoffmann.
Con la medesima Associazione ha preso parte ad una torneè italiana come protagonista dell’opera “Milo e Maya e il giro del mondo” di Matteo Franceschini scritta dal compositore in occasione di Expo 2015, eseguita in prima mondiale al Teatro Sociale di Como

image_pdfimage_print

PAOLO RUFFINI E DIANA DEL BUFALO AL TEATRO ARISTON SANREMO: ARRIVA l’OFFERTA 2X1 SETTORE POLTRONA +++ Promozione speciale per il grande spettacolo del 24 aprile +++

Lo Spettacolo – Non è solo uno spettacolo, non può restare fedele alle righe di un copione perché l’improvvisazione prende il sopravvento. Si parte dal pubblico, dall’umore che c’è in sala, e si sviluppa un varietà dalla comicità esilarante, che però lascia spazio a momenti di riflessione. Un grande One Man Show scandito dal carisma, dall’autenticità e dalla comicità irriverente di Paolo Ruffini, padrone di casa d’eccezione in grado di creare un mix perfetto tra suggestivi monologhi e partecipazione del pubblico. con la partecipazione di Diana Del Bufalo. con Marco Abbro & Fabiano Pagliara e Veronica Maria Genovese da Ariston Comic Selfie 2017

OFFERTA SETTORE POLTRONA: 2 POSTI AL PREZZO DI 1

image_pdfimage_print

DIANA DEL BUFALO, RED RONNIE, EDOARDO MECCA, LEONARDO FIASCHI, GEORGIA MOS E TANTISSIMI ALTRI GRANDI NOMI AL TEATRO ARISTON. Un cast stellare per Ariston Comic Selfie 2018: tantissimi ospiti della tv, dello spettacolo e dell’arte per la finalissima dello spettacolo del web del 30 e 31 maggio 2018

Ariston Comic Selfie è il talent online che porta la comicità dal mondo del web al palcoscenico più famoso d’Italia grazie ad un video-selfie divertente (Ariston Comic Selfie) o una video-parodia (Ariston Comic Selfie Parody) della durata massima di 90 secondi a cui si aggiungono quest’anno due nuove sezioni: la Selfie Poetry e il Selfie Meme.

Un format di proprietà e ideazione del Teatro Ariston di Sanremo che, nel panorama nazionale, è diventato il punto di riferimento per quei giovani talenti che, tramite il web, ambiscono ad approcciare il mondo del grande spettacolo.

La finalissima della terza edizione di Ariston Comic Selfie si terrà nella serata di giovedì 31 maggio 2018 sul palco del Teatro Ariston di Sanremo in diretta streaming. Il giorno precedente, mercoledì 30 maggio, sono invece previste le prime esibizioni dei finalisti, relative alle performance che hanno consentito loro di raggiungere la finale stessa.

 

IL CAST DI ARISTON COMIC SELFIE 2018

Le serate finali di Ariston Comic Selfie 2018, nelle diverse figure di conduttori e ospiti, vedranno la partecipazione di Diana Del Bufalo, Edoardo Mecca, Leonardo Fiaschi e Chiara Magliocchetti, e saranno trasmesse in diretta streaming dal Teatro Ariston di Sanremo.

Il backstage interattivo sarà invece animato da Marco Abbro e  Fabiano Pagliara, del duo Marco e Fabiano, già vincitori dell’Ariston Comic Selfie Parody 2017, autori di parodie virali sul web e oggi creativi per l’agenzia Armando Testa, uno dei più grandi gruppi italiani di comunicazione nel mondo. Il tutto sarà accompagnato dalla musica della dj e cantante sanremese Georgia Mos.

La giuria di qualità di Ariston Comic Selfie 2018 è invece composta da Carla Vacchino, proprietaria del Teatro Ariston, la responsabile della promozione culturale della SIAE Danila Confalonieri, la cantautrice e regista Isabella Biffi, Red Ronnie, l’artista Marco Lodola e il poeta Giuseppe Conte.

 

Ariston Comic Selfie 2018 è una manifestazione organizzata con il contributo di SIAE, Società Italiana degli Autori ed Editori, e con il patrocinio di Regione Liguria, Comune di Sanremo, AGIS, Associazione Generale Italiana dello Spettacolo, FITA Federazione Italiana Teatro Amatoriale e Camere di Commercio Riviere di Liguria.

image_pdfimage_print

VUOI CANTARE SUL PALCO DELL’ARISTON? REALIZZA IL TUO SOGNO CON ARISTON COMIC SELFIE PARODY. Dal 10 al 26 aprile aperta la raccolta dei video-selfie musicali a tema comico – I 4 finalisti si esibiranno sul palco dell’Ariston il 30 e 31 maggio

Dopo il grande successo dell’edizione 2017, torna Ariston Comic Selfie Parody, la sezione musica/parodia a tema comico, il primo e unico web contest dedicato alle video-parodie delle canzoni famose.

I candidati ad Ariston Comic Selfie Parody potranno inviare un video-selfie che li raffiguri mentre cantano su base musicale una canzone comica inedita o parodiata. Sarà possibile caricare la parodia sul proprio canale YouTube e inviare il link tramite l’apposito modulo di iscrizione reperibile sul sito www.aristoncomicselfie.com.

N.B: Le parodie candidate ad Ariston Comic Selfie Parody non dovranno superare la durata massima di 90 secondi. Non sarà possibile inviare solamente una traccia audio. Le parodie ammesse a partecipare ad Ariston Comic Selfie Parody dovranno tassativamente essere anche video-selfie.

Le parodie per Ariston Comic Selfie Parody potranno essere realizzate con la massima libertà creativa e di montaggio.

Anche la partecipazione ad Ariston Comic Selfie Parody è subordinata a un limite di età compreso tra i 18 e i 35 anni. Possono iscriversi e partecipare alla iniziativa Ariston Comic Selfie Parody singoli concorrenti o un massimo di due persone, a patto che entrambe rispettino i requisiti di età previsti dal Regolamento.

TEMPISTICHE – Da martedì 10 a giovedì 26 aprile verranno raccolti i video-selfie musicali a tema comico pubblicati su YouTube e inviati tramite la domanda di partecipazione.

Da martedì 1 a martedì 8 maggio saranno aperte le votazioni sui video ricevuti e ammessi. Al termine di questa unica fase verranno selezionati i 4 finalisti che si esibiranno sul palco del Teatro Ariston durante le finalissime di Ariston Comic Selfie 2018 prevista per mercoledì 30 e giovedì 31 maggio.

Dei 4 finalisti di Ariston Comic Selfie Parody, due saranno i primi della classifica web derivante dalle votazioni aperte al pubblico effettuate sul sito www.aristoncomicselfie.com, mentre i restanti due saranno nominati dalla giuria di qualità.

La proclamazione dei 4 ammessi alla finale sarà comunicata venerdì 11 maggio.


I PREMI

I premi per i vincitori di Ariston Comic Selfie 2018 verranno definiti secondo il seguente schema:

  • 1 dal voto del pubblico web per la sezione Ariston Comic Selfie;
  • 1 dal voto del pubblico web per la sezione Ariston Comic Selfie Parody;
  • 1 dal voto del pubblico web per la sezione Ariston Selfie Poetry;
  • 1 dal voto del pubblico in sala per la sezione Ariston Comic Selfie;
  • 1 dal voto del pubblico in sala per la sezione Ariston Comic Selfie Parody;
  • 1 dal voto del pubblico in sala per la sezione Ariston Selfie Poetry;
  • 1 dal voto della giuria per la sezione Ariston Comic Selfie;
  • 1 dal voto della giuria per la sezione Ariston Comic Selfie Parody;
  • 1 dal voto della giuria per la sezione Ariston Selfie Poetry.

Ai vincitori designati dalla giuria di qualità verrà offerta una borsa di studio conferita dalla SIAE dell’ammontare di 1000 euro ciascuna.

Ai vincitori delle tre classifiche web verrà offerta la possibilità di esibirsi nella stagione teatrale successiva del Teatro Ariston Sanremo.

I vincitori del Voto Sala per la sezione Ariston Comic Selfie riceveranno due biglietti omaggio per lo spettacolo di Pucci al Teatro Ariston in programma il 18 agosto 2018, i vincitori del Voto Sala per la sezione Selfie Poetry riceveranno due biglietti per il Premio Tenco 2018, mentre i vincitori del Voto Sala per la sezione Ariston Comic Selfie Parody riceveranno due biglietti come spettatori per il Festival di Sanremo 2019.

Verrà inoltre allestita una apposita mostra nella Sala Incontri del Teatro Ariston dedicata ai Meme e alle altre sezioni di Ariston Comic Selfie.

image_pdfimage_print

LA POESIA E I POETI PROTAGONISTI SUL PALCO DELL’ARISTON, AL VIA LA SELFIE POETRY DI ARISTON COMIC SELFIE 2018. Dal 10 al 26 aprile aperta la raccolta dei video-selfie poetici – I 3 finalisti si esibiranno sul palco dell’Ariston il 30 e 31 maggio

Se la novità dello scorso anno è stata Ariston Comic Selfie Parody, il primo e unico web contest dedicato alle video-parodie delle canzoni famose, la novità della terza edizione di Ariston Comic Selfie è rappresentata dalla nuova categoria Selfie Poetry.

Per partecipare alla sezione Selfie Poetry, i candidati dovranno inviare un video-selfie che li raffiguri mentre recitano un loro testo poetico della lunghezza massima di 90 parole. Sarà possibile caricare la poesia sul proprio canale YouTube e inviare il link tramite l’apposito modulo di iscrizione reperibile sul sito della manifestazione www.aristoncomicselfie.com.

In parallelo, i poeti dovranno inoltre inviare il testo che recitano nel video compilando l’apposito form. Il video, solo nel caso della sezione Poetry, potrà avere una durata massima consentita di 120 secondi.

N.B: Non sarà possibile inviare solamente una traccia audio. Le poesie ammesse a partecipare ad Ariston Selfie Poetry dovranno tassativamente essere di proprietà intellettuale del candidato ed essere recitate in un video-selfie.

Anche la partecipazione ad Ariston Selfie Poetry è subordinata a un limite di età compreso tra i 18 e i 35 anni. Possono iscriversi e partecipare all’iniziativa Ariston Selfie Poetry solamente singoli concorrenti, non sono ammessi duo.

TEMPISTICHE – Dal 10 aprile al 26 aprile verranno raccolti i video-selfie poetici pubblicati su YouTube e inviati tramite la domanda di partecipazione con i relativi testi. Da  martedì 1 maggio a martedì 8 maggio saranno aperte le votazioni sui video ricevuti e ammessi.

Al termine di questa unica fase verranno selezionati i 3 finalisti che si esibiranno sul palco del Teatro Ariston durante le finalissime di Ariston Comic Selfie 2018 previste per mercoledì 30 e giovedì 31 maggio.

Dei 3 finalisti di Ariston Selfie Poetry, due saranno i primi della classifica web derivante dalle votazioni aperte al pubblico effettuate sul sito www.aristoncomicselfie.com, mentre il restante terzo sarà nominato dalla giuria di qualità.

La proclamazione dei 3 ammessi alla finale sarà comunicata venerdì 11 maggio.


I PREMI

I premi per i vincitori di Ariston Comic Selfie 2018 verranno definiti secondo il seguente schema:

  • 1 dal voto del pubblico web per la sezione Ariston Comic Selfie;
  • 1 dal voto del pubblico web per la sezione Ariston Comic Selfie Parody;
  • 1 dal voto del pubblico web per la sezione Ariston Selfie Poetry;
  • 1 dal voto del pubblico in sala per la sezione Ariston Comic Selfie;
  • 1 dal voto del pubblico in sala per la sezione Ariston Comic Selfie Parody;
  • 1 dal voto del pubblico in sala per la sezione Ariston Selfie Poetry;
  • 1 dal voto della giuria per la sezione Ariston Comic Selfie;
  • 1 dal voto della giuria per la sezione Ariston Comic Selfie Parody;
  • 1 dal voto della giuria per la sezione Ariston Selfie Poetry.

Ai vincitori designati dalla giuria di qualità verrà offerta una borsa di studio conferita dalla SIAE dell’ammontare di 1000 euro ciascuna.

Ai vincitori delle tre classifiche web verrà offerta la possibilità di esibirsi nella stagione teatrale successiva del Teatro Ariston Sanremo.

I vincitori del Voto Sala per la sezione Ariston Comic Selfie riceveranno due biglietti omaggio per lo spettacolo di Pucci al Teatro Ariston in programma il 18 agosto 2018, i vincitori del Voto Sala per la sezione Selfie Poetry riceveranno due biglietti per il Premio Tenco 2018, mentre i vincitori del Voto Sala per la sezione Ariston Comic Selfie Parody riceveranno due biglietti come spettatori per il Festival di Sanremo 2019.

Verrà inoltre allestita una apposita mostra nella Sala Incontri del Teatro Ariston dedicata ai Meme e alle altre sezioni di Ariston Comic Selfie.

image_pdfimage_print

ARISTON COMIC SELFIE, ECCO COSA SUCCEDE NELLA SECONDA FASE. Una nuova ondata di video-selfie divertenti di massimo 90 secondi in arrivo sulla strada che porta alla finalissima del 30 e 31 maggio a Sanremo

 

Sono 16 i partecipanti ammessi alla seconda fase di Ariston Comic Selfie: 10 di loro sono risultati i più votati sulla piattaforma www.aristoncomicselfie.com durante il periodo di votazione compreso tra il 1° e il 27 marzo, gli altri sei sono stati selezionati ad insindacabile giudizio del comitato organizzatore della manifestazione.

 

CLASSIFICA WEB

  • Danilo Monterotti (1.346 voti)
  • Marco Calcagno e Nicola Fazio (920 voti)
  • Umberto Maria Sasso e Giuseppe Tebaldi (566 voti)
  • William Volpicella e Valentina Gadaleta (422 voti)
  • Raffaello Corti (419 voti)
  • Nicolò D’Angelo (416 voti)
  • Karl Mirabelli (263 voti)
  • Bruno Interlandi e Marco Rudel (144 voti)
  • Giovanni Lopedota (64 voti)
  • Gianluca Criscuolo (61 voti)

 

I SEI SELEZIONATI DAL COMITATO

  • Chiara Battistini
  • Marco Bernardini
  • Luca Cristiani
  • Roberto Lanzolla
  • Vittorio Pettinato e Matteo Portinari
  • Thomas Zamboni

 

Gli ammessi alla seconda fase dovranno realizzare altri due video-selfie (sempre della durata massima di 90 secondi), uno nuovamente a tema libero e uno rispondente ad uno dei temi obbligatori fissati dagli organizzatori, a scelta tra i due seguenti:

  • Vado in vacanza!
  • Influenza… da influencer

I due video in oggetto dovranno rimanere inediti ed essere inviati agli organizzatori della rassegna tramite WeTransfer alla mail [email protected]. I suddetti video dovranno pervenire agli organizzatori entro il 26 aprile e saranno pubblicati sul sito www.aristoncomicselfie.com e sui canali ufficiali della rassegna.

Le votazioni per la seconda fase di Ariston Comic Selfie saranno aperte da martedì 1 a martedì 8 maggio. Venerdì 11 maggio verranno comunicati i nominativi dei 5 partecipanti alle serate finali previste per mercoledì 30 e giovedì 31 maggio 2018 al Teatro Ariston di Sanremo.

Di questi 5 partecipanti, 3 saranno decretati dal voto del pubblico del web e 2 dalla giuria di qualità. Tutti e 5 i partecipanti avranno la possibilità di esibirsi sul palco del Teatro Ariston Sanremo durante le serate conclusive del 30 e 31 maggio. Insieme a loro si esibiranno anche i 4 finalisti di Ariston Comic Selfie Parody, la sezione musica/parodia a tema comico, e ai 3 finalisti della sezione Selfie Poetry che rappresenta la grande novità dell’edizione 2018 di Ariston Comic Selfie.

 

Le serate finali, con la partecipazione di Diana Del Bufalo, Edoardo Mecca, Leonardo Fiaschi e Chiara Magliocchetti, saranno trasmesse in diretta streaming dal Teatro Ariston di Sanremo.

 

I Premi – I premi per i vincitori di Ariston Comic Selfie 2018 verranno definiti secondo il seguente schema:

  • 1 dal voto del pubblico web per la sezione Ariston Comic Selfie;
  • 1 dal voto del pubblico web per la sezione Ariston Comic Selfie Parody;
  • 1 dal voto del pubblico web per la sezione Ariston Selfie Poetry;
  • 1 dal voto del pubblico in sala per la sezione Ariston Comic Selfie;
  • 1 dal voto del pubblico in sala per la sezione Ariston Comic Selfie Parody;
  • 1 dal voto del pubblico in sala per la sezione Ariston Selfie Poetry;
  • 1 dal voto della giuria per la sezione Ariston Comic Selfie;
  • 1 dal voto della giuria per la sezione Ariston Comic Selfie Parody;
  • 1 dal voto della giuria per la sezione Ariston Selfie Poetry.

Ai vincitori designati dalla giuria di qualità verrà offerta una borsa di studio conferita dalla SIAE dell’ammontare di 1000 euro ciascuna.

Ai vincitori delle tre classifiche web verrà offerta la possibilità di esibirsi nella stagione teatrale successiva del Teatro Ariston Sanremo.

I vincitori del Voto Sala per la sezione Ariston Comic Selfie riceveranno due biglietti omaggio per lo spettacolo di Pucci al Teatro Ariston in programma il 18 agosto 2018, i vincitori del Voto Sala per la sezione Selfie Poetry riceveranno due biglietti per il Premio Tenco 2018, mentre i vincitori del Voto Sala per la sezione Ariston Comic Selfie Parody riceveranno due biglietti come spettatori per il Festival di Sanremo 2019.

Verrà inoltre allestita una apposita mostra nella Sala Incontri del Teatro Ariston dedicata ai Meme e alle altre sezioni di Ariston Comic Selfie.

 

 

image_pdfimage_print

EUGENIO BENNATO PORTA LA MUSICA CHE UNISCE IL MEDITERRANEO ALL’ARISTON. Il cantautore partenopeo in concerto con “Da che Sud è Sud” giovedì 12 aprile. LEGGI L’INTERVISTA

Eugenio Bennato, grande ricercatore della canzone popolare, porta sul palcoscenico dei teatri italiani, una nuova visione della creatività artistica legata alla musica tradizionale, allargando il senso della musica etnica italiana ad un orizzonte più mediterraneo.

Nel suo lungo percorso per le strade del mondo, iniziato con la creazione della Nuova Compagnia di Canto Popolare, ha raccolto le storie degli umili, dei sconfitti e degli uomini contro, cercando quel filo comune che lega le tradizioni popolari al di là delle etnie, creando il suo stile nella musica contaminata da suoni e contenuti che vanno oltre ogni frontiera. Questi sono gli elementi che presenterà nel suo spettacolo teatrale, dove, nel ruolo centrale, resta l’energia della taranta che dall’ arcaica favola popolare irrompe nella realtà contemporanea e conquista straordinarie platee di nuova generazione.

In questo nuovo spettacolo, insieme a parte di quel ricco repertorio costruito nella sua carriera e assolutamente imprescindibile, presenterà anche il suo nuovo progetto discografico, il nuovo album di Eugenio Bennato che avrà lo stesso titolo del tour teatrale, “Da che sud è sud”, e avrà un percorso parallelo al tour, proprio per legare sinergicamente la scrittura musicale e la sua rappresentazione live.

Eugenio Bennato ritorna all’Ariston per il suo primo concerto da solista.

Sono stato a Sanremo per il Premio Tenco più volte, a un certo punto ho perso il conto ma minimo saranno state quattro. Mi ricordo in particolare nel 1999, quando ottenemmo un riscontro eccezionale. Addirittura til giornale La Repubblica scrisse della mia partecipazione rilevando un “applausometro a livelli di Fabrizio De Andrè”. Successivamente fui al Tenco anche negli anni 2000. Al Festival di Sanremo venni nel 1990, insieme a Tony Esposito, con il brano “Novecento aufwiedersen”. Nel 2008 invece portai al Festival il brano “Grande Sud”, e devo dire con grande soddisfazione che ancora oggi, dopo 10 anni, è molto visualizzato sul web. Un pezzo in cui, a detta della critica, per la prima volta al festival si sono sentiti quelle sonorità e quegli gli strumenti così tipici della tradizione mediterannea.

Il primo aneddoto che le ritorna alla memoria quando le dicono Teatro Ariston…

Senz’altro la serata del 1999 al Premio Tenco. Un’occasione scolpita nel mio cuore. Gli organizzatori ci chiesero di fermarci anche la serata successiva. Ci trattennero per la finale e noi ci esibimmo ottenendo un successo persino superiore alla prima esibizione.

Lei è di ritorno da una lunga tournée che l’ha vista protagonista sulla costa sud del Mediterraneo in un momento storico particolarmente delicato.

Questa tournée è stata una delle più belle soddisfazioni della mia carriera. Abbiamo ricevuto applausi del pubblico di Algeri, del Cairo, Tunisi, Tangeri e altre località del Marocco. Si è trattato di una tournée internazionale nell’ambito del mediterraneo, e devo riconoscere che la mia musica ultimamente risente ancor più di questa influenze e della sonorità del nostro mare. Il senso dei messaggi veicolati nei brani del concerto, specialmente in questo momento storico particolare, ho notato che viene colto a apprezzato dal pubblico internazionale.

Il momento più significato di quest’ultima tournée?

Sono stato ospite del più importante talk show del mondo arabo, ospite di questa platea di soli ragazzi egiziani. Ho eseguito 3 brani e la risposta è stata straordinaria, specialmente dal punto di vista giornalistico, in un periodo in cui i rapporti tra Italia ed Egitto, per tante questioni tra cui il caso Regeni, non sono semplice. Ma la musica abbatte le differenze e le distanze culturali e linguistiche. La musica unisce.

Quello di giovedì 12 aprile all’Ariston sarà il primo concerto in Italia di ritorno da questa tournée di grande successo. Cosa ci aspettiamo a Sanremo?

Un concerto che spero sia gradito. Ci sono stati segnali recenti, come un concerto di oltre 1000 persone sul porto di Imperia lo scorso anno. C’è una sorta di senso comune che ci porterà a raccontare ed cose interessanti. Mi sono accorto che la ma vena creativa si svolge non solo nei dialetti, ma anche nell’arabo, nel francese e nell’inglese. Una comunicazione di tipo globale che annulla le diversità e basata sull’integrazione degli idiomi locali.

Egenio Bennato in Concerto al Teatro Ariston di Sanremo

Giovedì 12 aprile ore 21.15

Prezzi di ingresso

Platea € 35,00+3,00 prev. – € 30,00+3,00 prev. – € 25,00+3,00 prev.

Galleria € 25,00+2,00 prev. – € 20,00+2,00 prev. – € 18,00+2,00

image_pdfimage_print

Questa sala non aderisce ai CINEMADAYS di aprile

Una promozione organizzata con modalità affrettate e senza un’adeguata condivisione.

Una promozione incentrata unicamente sul fattore prezzo,
senza valorizzare lo spettacolo cinematografico e il suo significato culturale e sociale.

– Una valida promozione va accompagnata da una
riflessione congiunta sul mercato italiano per una più
ragionevole politica delle uscite di film, nell’arco dei 12
mesi, in particolare nei mesi estivi, giugno-luglio- agosto.

– La gestione di questo cinema continua a lavorare per
garantire al proprio pubblico la massima qualità, dei film come
dei servizi offerti, incluse agevolazioni e sconti , sempre validi.

NELL’OCCASIONE A TUTTI I CLIENTI
CHE ACQUISTERANNO UN
BIGLIETTO DEL CINEMA
DAL 9 AL 12 APRILE

VERRA’ CONSEGNATO UN BUONO VALIDO
PER DUE INGRESSI A PREZZO RIDOTTO
(€ 4,00 CIASCUNO) UTILIZZABILE
DAL 13 APRILE AL 31 MAGGIO

image_pdfimage_print
image_pdfimage_print