Immagine del film
Dicembre 2018 - Teatro Ariston Sanremo

Richiesta abbonamenti 69° Festival della Canzone Italiana

Dalle ore 15:00 di martedì 8 gennaio alle 12 di mercoledì 9 gennaio 2019 saranno aperte le richieste di prenotazione degli abbonamenti di platea e galleria per le 5 serate del Festival della Canzone Italiana, con la possibilità di richiedere al massimo due abbonamenti a richiedente.

Si precisa che l’abbonamento alle serate del 69° Festival della Canzone Italiana è nominativo (con la stampa sul “biglietto” stesso del nome, cognome, luogo e data di nascita) e che l’ingresso al Teatro Ariston avverrà mediante l’esibizione del titolo d’ingresso e del relativo documento d’identità.

La richiesta di prenotazione degli abbonamenti per le 5 serate sarà possibile, solamente nei giorni indicati,  esclusivamente attraverso la scheda compilabile on-line al link: http://sanremo2019.aristonsanremo.com.

La scheda prevede l’inserimento di alcuni dati obbligatori (nome, cognome, data e luogo di nascita, telefono, e-mail ed inserimento documento d’identità) del pagante e degli intestatari dei singoli abbonamenti.

Si precisa che l’invio della richiesta non assicura l’acquisto degli abbonamenti in quanto la prenotazione stessa è soggetta a conferma e ciascun pagante può richiedere al massimo n. 2 abbonamenti.

Le eventuali conferme delle prenotazioni verranno inviate entro lunedì 14 gennaio 2019.

I prezzi degli abbonamenti sono i seguenti:

Abbonamento 5 serate platea 1.290,00 €

Abbonamento 5 serate galleria 672,00 €

image_pdfimage_print

Teatro Centrale – stagione teatrale gennaio 2019

Tre concerti ed un balletto nella stagione teatrale del Teatro Centrale a gennaio:

i biglietti sono disponibili alla cassa del Tetro Centrale, info e prenotazioni tel 0184 597822 tutti i giorni dalle 16.30 alle 21.00.

image_pdfimage_print

Antonio Albanese e i suoi “personaggi” al Teatro Ariston

Sabato 22 dicembre alle ore 21.15 Antonio Albanese torna al Teatro Ariston con lo spettacolo “Personaggi”.

Lo spettacolo “Personaggi” nel corso del tempo si arricchisce delle nuove maschere create da Antonio Albanese, divenendo la summa dei suoi spettacoli teatrali.

Che cosa hanno in comune i mille volti con i quali Antonio Albanese racconta il presente? L’umanità. La realtà diventa teatro attraverso Epifanio, L’Ottimista, il Sommelier, Cetto La Qualunque, Alex Drastico e Perego, maschere e insieme prototipi dellanostra società, visi conosciuti che si ritrovano nel vicino di casa, nell’amico del cuore, in noi stessi. Lo spettacolo Personaggi riunisce alcuni tra i volti creati da Antonio Albanese: dall’immigrato che non riesce a inserirsi al Nord, all’imprenditore che lavora 16 ore al giorno, dal sommelier serafico nel decantare il vino, al candidato politico poco onesto, dal visionario Ottimista “abitante di un mondo perfetto” al tenero Epifanio e i suoi sogni internazionali.

Personaggi appunto che in questi anni abbiamo imparato a conoscere e ad amare, dove la nevrosi, l’alienazione, il soliloquio nei rapporti umani e lo scardinamento affettivo della famiglia, l’ottimismo insensato e il vuoto ideologico contribuiscono a tessere la trama scritta da Michele Serra e Antonio Albanese. In scena uomini del Sud e del Nord, uomini alti e bassi, grassi e magri, ricchi e poveri, ottimisti e qualunquisti. Maschere irriverenti e grottesche specchio di una realtà guardata con occhio attento a carpirne i difetti, le abitudini e i tic.

Una galleria di anti-eroi che svelano un mondo fatto di ossessioni, paure, deliri di onnipotenza e scorciatoie, ma dove alla fine anche la poesia trova posto. Un recital che racconta, con corrosiva comicità e ritmo serrato, un mondo popolato da personaggi tipici del nostro tempo, dal pensiero contemporaneo interpretato con dirompente fisicità.

“Vorrei che dopo un mio spettacolo tutti si sentissero un po’ meno soli, un po’ più allegri, un po’ più forti, vorrei abbracciarli tutti. La risata è un abbraccio, un bisogno che ci sarà sempre.”
Antonio Albanese

Ultimi posti disponibili info e prenotazioni tel. 0184 506060 tutti i giorni dalle 10 alle 13 e dalle  17 alle 21.

image_pdfimage_print

L’incanto dello Schiaccianoci arriva a Sanremo il 19 dicembre

Il Balletto di Milano presenta al Teatro Ariston il celebre balletto di Tchaikovksy

È magico e incanta il pubblico da sempre. Lo Schiaccianoci è uno dei balletti di repertorio più amati e arriverà a Sanremo il 19 dicembre, nel pieno della frizzante atmosfera che precede il Natale.

 

 

Lo Schiaccianoci è infatti la fiaba natalizia per eccellenza ed è perfettamente ricreata sulla scena dal Balletto di Milano che dà risalto a tutto ciò che il pubblico si aspetta di ritrovare. Si è dunque condotti immediatamente in quell’onirico mondo fatto di fiocchi di neve e fiori danzanti, gioia e festosità. L’elegante e bellissima mise en scène in stile anni ’20 dai toni pastello e la vivace e brillante coreografia riempiono gli occhi, la frizzante interpretazione conquista il cuore.

Non mancano l’albero di Natale che cresce sul palcoscenico, i topi e i soldatini e nemmeno le tanto attese danzatrici in punta e tutù e lo schiaccianoci che si trasforma in un elegantissimo principe. Lo Schiaccianoci del Balletto di Milano è un crescendo di stupefacente entusiasmo fino all’esplosione di colori e virtuosismi del divertissement e del grand pas deux finali.

L’alto livello degli interpreti saprà altrettanto soddisfare le aspettative. Giordana Roberto è una deliziosa Clara accanto al favoloso Principe di Federico Mella. Entrati in Compagnia giovanissimi, sono entrambi primi interpreti e ovunque raccolgono grandi consensi. Nel ruolo di Drosselmaier il sempre superlativo Alessandro Orlando la cui versatilità artistica non comune ne fa uno degli elementi di spicco. Non da meno anche tutti gli altri componenti dell’ensamble il cui talento è ben valorizzato nelle tante danze del primo atto e nel divertissement del secondo che vede impegnati Arianna Capodicasa e Luca Rimolo nella danza araba, Irene Criscino e Germano Trovato nella spagnola, Angelica Gismondo e Alessandro Torrielli nella russa, Giulia Simontacchi e Federico Micello nella cinese, Giulia Cella, Giordana Roberto e Mirko Casilli nella pastorale. Completano il cast Francesca Nadalini, Federica Tundo, Raffaella Valusio, Aldo Gavoci e Silvio Morelli.

 

 

Ambasciatore della danza italiana nel mondo, il BALLETTO DI MILANO diretto da Carlo Pesta è tra le Compagnie più prestigiose. Riconosciuto da MIBACT, titolare di Riconoscimento di Rilevanza Regione Lombardia e sostenuto dal Comune di Milano, il BdM svolge la propria attività nei maggiori teatri italiani e all’estero dove è presente in teatri ed istituzioni di primo piano in Francia, Spagna, Regno Unito, Svizzera, Estonia, Lettonia, Finlandia, Russia, Norvegia e Marocco. La Compagnia vanta un organico formato da danzatori diplomati presso le migliori Accademie internazionali (Teatro alla Scala, Accademia Vaganova, École Supérieure di Cannes, Tanz Akademie Zurich, Palucca Hochschule…) e un ampio ed esclusivo repertorio che spazia dai grandi titoli classici rivisitati a produzioni contemporanee.

 

Lo Schiaccianoci – balletto in due atti su musiche di P.I. Tchaikovsky

coreografia Federico Veratti ripresa da A. Omodei e A. Orlando

scenografia Marco Pesta – costumi Atelier Bianchi Milano

Teatro Ariston, Sanremo – 29 novembre 2018 – ore 21

image_pdfimage_print

La notte del gospel – mercoledì 12 dicembre al Teatro Ariston

Torna al  Teatro Ariston “La notte del gospel” con il Tennessee State Gospel Choir una straordinaria corale di 35 artisti per un appuntamento unico e sensazionale.
Dal 1997 , anno in cui è stato fondato da Travis Bryan , il New Direction Tennessee State Gospel Choir ha fatto tanta strada e può considerarsi uno dei primi cori nel suo genere riconosciuto a livello internazionale.
La corale è composta da giovani musicisti laureati presso la Tennessee State University e da solisti di altissimo livello con un talento straordinario che provengono da altri ambienti musicali. Questi eccezionali musicisti hanno sempre svolto un ruolo fondamentale nel plasmare un suono che abbraccia gospel contemporaneo e tradizionale, canti di Chiesa, spiritual e inni in stile classico. Il Tennessee State Gospel Choir – New Direction gareggia in numerose competizioni a livello internazionale, raggiungendo sempre i più alti traguardi grazie al tono autentico ed appassionato delle loro esibizioni. Nel 2011 primo premio al National Gospel of Fame , in Atlanta. Due anni dopo nel 2013 vince il prestigioso concorso gospel Verizon’s How Sweet The Sound ed infine nel 2015 trionfa al National Choir Explosion in Louisville ( Kentucky) dove riceve anche il premio del pubblico. Il Coro ha accresciuto la sua popolarità in particolare in questi ultimi anni, continuando a viaggiare da un paese all’altro e cogliendo opportunità prestigiose come quella di partecipare a show televisivi come quello di Bobby Jones Gospel , Dewitt Johns e di esibirsi al fianco di star internazionali del calibro di Kevin Davidson & The Voices . Durante i suoi tour ha incontrato le più disparate comunità, riuscendo ogni volta a stabilire con il pubblico quel fortissimo legame che solo il linguaggio universale per eccellenza, la musica, sa creare e stringere. In ogni caso, lo scopo del New Direction Tennessee State Gospel Choir resta quello di portare un messaggio di pace e speranza attraverso il canto, diffondendo la parola del Signore e celebrandone i misteri.

Attualmente il coro è diretto dal Maestro Justin Butler con il supporto del Maestro Darryl Izzard. Ad arricchire la loro esibizione è la presenza di J. David Bratton, un gigante della musica gospel che vanta collaborazioni con leggende della musica popolare come Roberta Flack e Patti LaBelle, Edwin Hawkins , Stevie Wonder ecc.; autore di “Every Praise”, canzone gospel più ascoltata e vincitrice del premio “miglior canzone gospel dell’anno” ai Dove Awards 2014.

posti disponibili in tutti i settori, prezzi d’ingresso platea €25,00 +€2,00 prevendita – € 20,00+2,00 prevendita – galleria €20,00+2,00 – € 18,00+2,00 – € 15,00+2,00

 

info e prenotazioni allo 0184 506060 dalle 10.00 alle 13.00 (martedi 11 e mercoledì 12) e dalle 16.30 alle 21.00 (tutti i  giorni)

image_pdfimage_print
image_pdfimage_print