Immagine del film
Al via la nuova stagione teatrale del Teatro Ariston: - Teatro Ariston Sanremo

Al via la nuova stagione teatrale del Teatro Ariston:

Al via la nuova stagione teatrale con gli spettacoli di ottobre-dicembre al Teatro Ariston:

  • dal 16 al 18 ottobre la 42a Rassegna della Canzone d’Autore (Premio Tenco 2018) dal titolo “Migrans Uomini – idee – musica”

Sul palco si alterneranno generi e stili musicali differenti ma sempre sotto il segno autentico della canzone d’autore: dai Premi Tenco, Zucchero e Adamo, a Elisa, dalle Targhe Tenco MottaMirkoeilcane, passando per l’incontro musicale tra Neri Marcorè ed Edoardo De Angelis, e poi Lo Stato sociale, Willie Peyote e tantissimi altri per una tre giorni che conta oltre 24 artisti in cartellone e altri attesi negli incontri pomeridiani. Inoltre, una sostanziale novità per l’edizione 2018: per la prima volta lo storico presentatore Antonio Silva sarà affiancato da un “collega” d’eccezione: l’eclettico cantautore Marco Castoldi, alias MORGAN.

 

  • Venerdì 31 ottobre alle ore 21.15 “Le Streghe – Musical tra storia e leggenda” spettacolo portato in scena dalla Compagnia “Musical I love you”, nata nel 1998 da un idea di Manuela Gaslini e Luca Guerra, con la collaborazione di Cinzia Butti e Marco Zaccaria, in collaborazione con la Dem’Art.

Un Musical che ha riscosso successo in tutte le sue rappresentazioni. Una favola che ben si adatta al periodo di Halloween, festa ormai divenuta un momento di divertimento immancabile per bambini e ragazzi.

Spettacolo con musica dal vivo, con la collaborazione dell”Orchestra Sinfonica Città di Bordighera”, coadiuvata da una “Sezione Ritmica” di 6 elementi. e con un cast artistico di oltre 20 elementi, tra cantanti e ballerini.

 

  • Venerdì 3 novembre alle ore 21.15 torna sul palco dell’Ariston Beppe Grillo con il suo spettacolo “Insomnia – ora dormo!”L’insonnia che tormenta Grillo da 40 anni, che lo porta a farsi domande scomode, a interrogarsi sull’ovvio e a trovare risposte azzardate, a diventare il personaggio che tutti conosciamo, raccontata in un work in progress creativo.

Un viaggio nella vita del comico che dal mondo dell’informazione auspica un ritorno a un sistema più percettivo, primordiale, istintivo.

Beppe si racconta in uno spettacolo intimo e autentico, prendendo in contropiede ancora una volta tutti quelli che lo vogliono dipingere diverso da quello che è.

Immancabile il riferimento agli eventi dell’attualità più recente filtrati dalla sua pungente ironia.

 

  • Giovedì 8 e venerdì 9 novembre la 10a edizione de “Le grandi orchestre” spettacolo musicale da un’idea di Silvio Tromba e Mario Poier che porta sul palco dell’Ariston oltre 20 orchestre da ballo da quasi tutta Italia, presenta la serata Alex SO di Radio Sorriso, orchestra base Portofino Band.

 

  • Sabato 10 novembre ore 21.15 Iva Zanicchi presenta “Una vita da zingara” un “One Iva Show”, uno spettacolo così personale che solo lei può fare e che ripercorre una carriera bellissima. Ma è anche uno spettacolo che racconta ricordi familiari ormai persi nel tempo e aneddoti inediti di un’Artista che, da sempre proiettata al futuro, non ha mai dimenticato il suo passato: la bisnonna, la bellissima Desolina, suo padre, la guerra, la vita sulle montagne, con i suoi calori e le sue durezze, e poi i primi concerti e il tanto agognato successo.

In uno slalom tra canzoni e racconto, si sviluppa un percorso artistico unico e personalissimo, di una delle prime cantanti italiane che sono andate ad esibirsi in paesi lontani come la Russia, il Giappone, il sud e il nord America.
Un dialogo col pubblico senza intermediazioni, in cui Iva svela gli alti e i bassi della sua vita, tantissimi aneddoti, molti dietro le quinte, e varie vicissitudini, spesso così tragiche da risultare irresistibilmente comiche.

Il tutto con la formula del teatro canzone, dove alla parola si alterna la musica, e che musica: i grandi successi come Testarda io, Zingara, La riva bianca e la riva nera, Io ti darò di più, Come ti vorrei, Un uomo senza tempo e tanti altri.
Ma anche successi di artisti amici che hanno segnato la sua vita, come Giorgio Gaber, Fabrizio De André, Charles Aznavour, Domenico Modugno e tantissimi altri.

.

  • Venerdì 16 novembre torna, dopo il successo dello scorso anno, Red Ronnie con le finali di Fiat Music Roxy Bar.

 

  • Mercoledì 21 novembre ore 21.15 Arturo Brachetti con “SOLO” il nuovo One Man Show.

Dopo il trionfale debutto in Francia, Italia e Svizzera (200.000 biglietti venduti, oltre 300 repliche e svariati sold out) ritorna sui palcoscenici italiani e poi europei il nuovo atteso one man show di Arturo Brachetti: SOLO, the Master of quick change. Un vero e proprio assolo del grande artista, unico protagonista dopo il trionfo dei suoi precedenti one man show L’uomo dai mille voli e Ciak!, applauditi da 2.000.000 di spettatori in tutto il mondo.

Un ritorno alle origini per Brachetti che, in questo spettacolo, aprirà le porte della sua casa, fatta di ricordi e di fantasie; una casa senza luogo e senza tempo, in cui il sopra diventa il sotto e le scale si scendono per salire.

Dentro ciascuno di noi esiste una casa come questa, dove ognuna delle stanze racconta un aspetto diverso del nostro essere e gli oggetti della vita quotidiana prendono vita, conducendoci in mondi straordinari dove il solo limite è la fantasia. È una casa segreta, senza presente, passato e futuro, in cui conserviamo i sogni e i desideri… Brachetti schiuderà la porta di ogni camera, per scoprire la storia che è contenuta e che prenderà vita sul palcoscenico.

  • Venerdì 23 novembre ore 21.15 appuntamento con il grande musical con “Dirty Dancing il Musical (The Classic Story on Stage” fedele trasposizione teatrale del film ambientato in una lontana estate degli anni ’60,) racconta il magico e movimentato incontro tra la giovane Baby Houseman e il fascinoso maestro di ballo Johnny Castle: e nella tipica atmosfera festosa del villaggio turistico nasce la loro storia d’amore, accompagnata da musiche indimenticabili e balli ad altissima carica sensuale.

 

  • Martedì 27 e mercoledì 28 novembre ore 21.15 doppio appuntamento con il balletto classico.  La Compagnia di Danza, Teatro e Balletto dell’Opera di Stato  di Mosca “Natalia Sats” presenta “L’uccello di fuoco” e “Sherazade” martedì 27, mentre mercoledì 28 presenta il Diaghilev Gala con “Chopiniana” e “Danze Polovesiane”

 

  • Venerdì 30 novembre alle ore 21.15 “Io odio i talent show” il primo spettacolo teatrale di Mario Luzzatto Fegiz, il critico musicale più famoso d’Italia.
    A grande richiesta torna in teatro, e non un teatro qualunque, “Io odio i Talent show”, lo spettacolo realizzato nel 2011 dal giornalista Mario Luzzatto Fegiz. Una commedia musicale scritta con Giulio Nannini e Maurizio Colombi che firma anche la regia.

Lo show, rinnovato nella sua parte musicale affidata al trio dei Los Chitarones, approda nel tempio della musica leggera, il mitico teatro Ariston di Sanremo il 30 novembre 2019. (anteprima aperta al pubblico il 29 Novembre al Teatro De Sica di Segrate, Milano).

È la storia di un critico musicale, un tempo potente e temuto che, ai giro di boa dei 65 anni, si rende conto di non contare più nulla. Perché è accaduto? Perché il critico è stato derubato, derubato del suo mestiere che è andato a spalmarsi su giurie popolari, @mail, televoti.

E così, in un mix di ricordi, battute, canzoni il critico spodestato ricorda e delira. E balla anche il twist davanti allo specchio, si trasforma nel De Gregori processato dagli autonomi in un commovente  crescendo emotivo. Si parla di Radio Private, disordini ai concerti rock, mentre Alessandra Amoroso confessa di non sapere chi è Jannacci e chi è David Bowie.

Ma una grande parte del primo tempo è occupata dal festival di Sanremo con i suoi retroscena e dalla tragedia Luigi Tenco. E proprio  questo aspetto sanremese dello spettacolo che ha indotto Walter Vachino a ospitare nel suo teatro questa esilarante piece teatrale.

 

  • Giovedi 6 dicembre ore 21.15 appuntamento con la danza con “Il lago dei cigni” presentato dai “Russian Stars 6 Moscow State Classical Ballet”.

A grande richiesta, dopo lo straordinario successo ottenuto nella stagione 2017/2018, le stelle della danza classica russa tornano ad aggiungersi all’organico del Moscow State Classical Ballet: Alexey Konkin, Sergei Skvortsov, Tatiana Pelmegova, Sergei Fedorkov, solo per citarne alcuni. Artisti eclettici, formati in patria e scelti accuratamente dalla maestra, étoile e produttrice Liudmila Titova, che sarà la loro capofila e impreziosirà il cast con le sue performance.

 

  • Sabato 8 dicembre ore 21.15 Mario Biondi con il nuovo tour accompagnato da una band di sei musicisti: Andrea Costa (violino), Gionata Costa (violoncello), Stefano Ricci (contrabbasso), Valentino Bianchi (sassofoni), Massimo Greco (pianoforte), Marco Fadda (percussioni e batteria) e Dino Rubino (pianoforte).

Mario Biondi è attualmente in radio con il nuovo singolo “Smooth Operator”, la sua personale rivisitazione del grande successo di Sade pubblicato nel 1984,  impreziosita dal flicorno del musicista e compositore tedesco Till Brönner. Il brano è stato registrato a Rio De Janeiro ed è contenuto nell’album “Brasil”, Prodotto a Rio de Janeiro dal vincitore di un Latin Grammy, Mario Caldato (Beastie Boys, Jack Johnson, Seu Jorge, Marisa Monte) e Kassin (Red Hot+Rio, Caetano Veloso), con la partecipazione attiva di Biondi alla produzione musicale di alcuni brani.

 

  • Mercoledì 12 dicembre ore 21.15 La notte del Gospel con il New Direction Tennessee State Gospel Choir, uno dei primi cori nel suo genere riconosciuto a livello internazionale.

La corale è composta da giovani musicisti laureati presso la Tennessee State University e da solisti di altissimo livello con un talento straordinario che provengono da altri ambienti musicali, per un totale di 35 artisti. Questi eccezionali musicisti hanno sempre svolto un ruolo fondamentale nel plasmare un suono che abbraccia gospel contemporaneo e tradizionale, canti di Chiesa, spiritual e inni in stile classico.

Il New Direction ha accresciuto la sua popolarità in particolare in questi ultimi anni, continuando a viaggiare da un paese all’altro e cogliendo opportunità prestigiose come quella di partecipare a show televisivi tra i quali quello di Bobby Jones Gospel, Dewitt Johns e di esibirsi al fianco di star internazionali del calibro di Kevin Davidson & The Voices. Il gruppo gospel ha incontrato nei suoi tour le più disparate comunità, riuscendo ogni volta a stabilire con il suo pubblico quel fortissimo legame che solo il linguaggio universale per eccellenza, la musica, sa creare e stringere. In ogni caso, lo scopo del New Direction resta quello di portare un messaggio di pace e speranza attraverso il canto, diffondendo la parola del Signore e celebrandone i misteri.   Attualmente il coro è diretto dal Maestro Justin Butler.

 

  • Mercoledì 19 dicembre ore 21.15 il Balletto di Milano presento “Lo schiaccianoci” balletto fantastico in due atti su musiche di P. I. Čajkovskij, liberamente ispirato al racconto di E.T.A Hoffmann , coreografia Federico Veratti –ripresa da A. Omodei e A. Orlando, scenografie Marco Pesta

Balletto natalizio per eccellenza Lo Schiaccianoci nella rivisitazione del Balletto di Milano è un tripudio di gioia e colori. Svecchiato da obsoleti manierismi ha nella spumeggiante coreografia, nell’originale ambientazione e nella vivace interpretazione alcuni dei punti di forza tanto da essere una delle produzioni maggiormente apprezzate in Italia e all’estero.

  • Sabato 22 dicembre alle ore 21.15 Antonio Albanese ritorna con il suo spettacolo “Personaggi”.

Lo spettacolo “Personaggi” nel corso del tempo si arricchisce delle nuove maschere create da Antonio Albanese, divenendo la summa dei suoi spettacoli teatrali.
Che cosa hanno in comune i mille volti con i quali Antonio Albanese racconta il presente? L’umanità. La realtà diventa teatro attraverso Epifanio, L’Ottimista, il Sommelier, Cetto La Qualunque, Alex Drastico e Perego, maschere e insieme prototipi dellanostra società, visi conosciuti che si ritrovano nel vicino di casa, nell’amico del cuore, in noi stessi. Lo spettacolo Personaggi riunisce alcuni tra i volti creati da Antonio Albanese: dall’immigrato che non riesce a inserirsi al Nord, all’imprenditore che lavora 16 ore al giorno, dal sommelier serafico neldecantare il vino, al candidato politico poco onesto, dal visionario Ottimista “abitante di un mondo perfetto” al tenero Epifanio e i suoi sogni internazionali.

  • Martedì 23 aprile 2019 alle ore 21.15 Angelo Pintus con il nuovo  spettacolo “Destinati all’estinzione”.

C’è chi parla con il cane e lo fa mentre lo veste, c’è chi guida mentre manda messaggi con il cellulare e c’è chi vuole fare la rivoluzione ma la fa solo su Facebook, c’è chi parcheggia la macchina nel posto riservati ai disabili “tanto sono 5 solo minuti”.

C’è chi festeggia il complemese, chi dice ciaone e chi fa l’Apericena.

Ma soprattutto c’è chi crede che la terra sia piatta e probabilmente si è anche convinto che la colpa sia di Silvio.

Sono questi i piccoli segnali che fanno presagire un ritorno… quello dei Dinosauri.

Amici miei, che ci piaccia o no, siamo

“DESTINATI ALL’ESTINZIONE”.

image_pdfimage_print